NFON Cloudya, nuova agilità per l’operatività aziendale

Il vendor tedesco ha annunciato Cloudya Crm Connect e Cloudya Meet & Share, due nuove soluzioni che vanno ad arricchire l’offerta Cloudya, il suo servizio di comunicazione aziendale voice centric in cloud. Interessanti gli scenari di crescita prospettati per l’Europa, dove il vendor punta a diventare il principale fornitore di questo tipo di servizi

Vendor
La comunicazione aziendale sta attraversando una profonda trasformazione, una mutazione in cui telefonia, collaborazione e applicazioni aziendali stanno confluendo in una nuova generazione di strumenti capaci di rispondere in modo molto più efficace alle attuali esigenze di mercato. Per NFON tutto questo rappresenta un'opportunità senza precedenti, in grado di aiutarla a concretizzare l’obiettivo dichiarato di diventare in pochi anni il principale fornitore europeo di comunicazioni aziendali incentrate sulla voce. A delineare i contorni di questa opportunità è Klaus von Rottkay, Ceo di NFON, che fotografa un mercato europeo composto oggi da 230 milioni di dipendenti e 131 milioni di telefoni fissi da far migrare in cloud: una miniera d’oro per chi come NFON si occupa proprio di questa transizione.

“Da sempre il nostro focus è rappresentato soprattutto dalle Piccole e medie imprese, che complessivamente contano in Europa circa 98 milioni di dipendenti, anche se va detto che la nostra offerta è comunque in grado di indirizzare le esigenze di tutte le organizzazioni, anche le più grandi” afferma von Rottkay, sottolineando come l’addressable market non sia solo ampio in termini numerici, ma anche scarsamente penetrato per quanto riguarda la diffusione dei servizi Ucaas integrati: una combinazione di fattori che lascia intravedere scenari di crescita particolarmente interessanti per una realtà come NFON. Importanti i numeri già raggiunti dal vendor nella region europea, dove oggi conta oltre 50.000 clienti per un totale di 557.000 postazioni: due risultati raggiunti anche grazie alla stretta collaborazione con un ecosistema di circa 3.000 partner. “Ciò che ci differenzia sul mercato non è solo l’offerta di soluzioni fortemente integrate e l’eccellente user experience che garantiamo, ma anche una chiara politica commerciale che passa interamente attraverso il canale” spiega von Rottkay, che con grande soddisfazione ricorda la leadership di mercato detenuta in Germania da NFON. Una leadership che spinge il vendor ad arricchire costantemente la sua proposizione. Le ultime novità riguardano Cloudya Crm Connect e Cloudya Meet & Share, due soluzioni che vanno ad arricchire Cloudya, il suo servizio di comunicazione aziendale voice centric in cloud.

klaus von rottkayKlaus von Rottkay, Ceo di NFON
Cloudya Crm Connect, in particolare, consente alle aziende di lavorare in modo più agile, integrando facilmente Cloudya con oltre 60 differenti piattaforme Crm. “I benefici sono enormi non solo per il business, ma anche per i team operativi che possono avvantaggiarsi di una visibilità completa su tutte le informazioni dei clienti, dal Crm all’Erp, durante le chiamate, aumentando la propria efficienza e riducendo il numero di applicazioni da aprire simultaneamente. Dal punto di vista del business tutto questo porta a un incremento delle performance con una significativa riduzione dei costi di ogni singolo contatto” spiega Stefan Walcz, Vice President Products di NFON AG, precisando che i Business Premium di Cloudya riceveranno l’integrazione gratuita con le rubriche Outlook e Apple.

stefan walcz vp p nfon agStefan Walcz, Vice President Products di NFON AG

Cloudya Meet & Share rappresenta, invece,
“una pietra miliare per la comunicazione aziendale olistica e senza soluzione di continuità grazie all’integrazione del sistema di telefonia e del sistema di video conferenza, il tutto attraverso un unico provider” chiarisce Walcz, che anche in questo caso sottolinea i benefici non solo per i team di lavoro, ma anche per il business. I primi possono avvantaggiarsi, infatti, di video meeting più efficaci grazie alla condivisione degli screen, decidendo se accedere alle videconferenze solo via audio o anche via video. Come conseguenza, il business beneficia di questa maggiore produttività dei team, assicurandosi meeting protetti da link privati e richiesta di Id per l’accesso. Disponibile a partire da Q4, Cloudya Meet & Share si integra in modo del tutto trasparente all’interno del client Cloudya, rendendo il lavoro estremamente più agile e fluido.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche