googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

F-Secure rafforza la cloud protection del mondo business

Con il rilascio di Cloud Protection per Microsoft Office 365 lo specialista finlandese mette in sicurezza il servizio cloud più popolare al mondo, aggiungendo un importante tassello alle sue soluzioni di prevention. Per gli operatori di canale si profilano nuove interessanti opportunità nell’ambito dei servizi.

Vendor
Con 180 milioni di caselle aziendali attive, Microsoft Office 365 è oggi il servizio cloud più popolare al mondo, il che significa che è anche il veicolo più sfruttato dai criminali informatici per sferrare i propri attacchi malware. Attacchi poco contrastati dagli strumenti di protezione già integrati in Office 365 che troppo spesso si dimostrano poco efficaci, almeno a quanto certificano gli ultimi report elaborati dagli SE Labs, laboratori indipendenti focalizzati proprio sull’analisi dei livelli di sicurezza delle applicazioni. D’altra parte, le e-mail malevole sono minacce note da sempre. Secondo uno studio elaborato da F-Secure sul panorama degli attacchi, nel 2019 l’e-mail è stata la fonte di malware più comune, arrivando a pesare addirittura per il 43% sui rilevamenti dell’intero anno. Una percentuale destinata ad aumentare in questo periodo di emergenza sanitaria, considerato che “i sistemi incaricati di generare molte notifiche e-mail o avvisi di amministrazione offrono occasioni d’oro per sferrare campagne di phishing mirate” spiega Teemu Myllykangas, Solution Director di F-Secure, evidenziando come oggi queste campagne stiano ampiamente sfruttando il tema del Covid-19 per inviare falsi allegati con finalità malevole.

F-Secure rilascia Cloud Protection per Microsoft Office 365
Per porre un freno a questa situazione, lo specialista di security finlandese ha rilasciato anche sul mercato italiano una soluzione dedicata al mondo business, F-Secure Cloud Protection per Microsoft Office 365, in grado di salvaguardare le organizzazioni che utilizzano questo servizio, proteggendole dai possibili contenuti malevoli delle email e di altri elementi di Exchange (come attività calendario, note e altro). Oltre a un efficace antimalware, la soluzione include strumenti per una costante scansione delle Url, una sandbox per l’analisi di allegati sospetti e tool d’integrazione cloud-to-cloud per semplificare l’implementazione di F-Secure Cloud Protection al di là della piattaforma in uso. Già in roadmap interessanti feature aggiuntive, come l’Identity protection, l’Advanced Phishing protection e la Malicious Atp Rule Protection.
teemu myllykangas solution director fsecureTeemu Myllykangas, Solution Director di F-Secure“Grazie alle funzionalità già disponibili e a quelle che saranno presto integrate, F-Secure Cloud Protection aiuta le aziende ad adempiere ai propri obblighi di sicurezza, rispettando quel modello di ‘responsabilità condivisa’ ormai utilizzato da molti servizi cloud” sottolinea Myllykangas, spiegando come questi servizi, pur occupandosi di alcuni aspetti di security, presuppongono che gli utenti si assumano alcune importanti responsabilità in merito alla protezione dei propri contenuti. "La nostra soluzione aiuta le organizzazioni ad adottare tutte le misure necessarie per soddisfare questi obblighi, garantendo massima protezione ai loro dati" puntualizza il Solution Director.

Inevitabile il profondo impatto della progressiva cloudification dell’e-email sul business del canale: un contesto in cui i vecchi modelli commerciali non posso essere più applicati, ma che offre comunque la possibilità di erogare nuovi servizi, soprattutto in ambito sicurezza. Servizi che, oltre a garantire margini interessanti, permettono anche di rafforzare la relazione con i clienti. “Indubbiamente questo scenario rappresenta una sfida. Per quanto ci riguarda, a livello locale siamo pronti a dare ai nostri partner tutto il supporto che il nuovo contesto richiede, aiutando ogni operatore a trasformare il proprio approccio al mercato” conclude Carmen Palumbo, Country Sales Manager Italy di F-Secure, ricordando i percorsi di formazione già predisposti a livello italiano.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche