Canalys, Xiaomi 2 fornitore di smartphone nel Q2 del 2021

Xiaomi sta accelerando rapidamente la sua attività all'estero: le sue spedizioni sono aumentate di oltre il 300% in America Latina, del 150% in Africa e del 50% in Europa occidentale. E man mano che cresce, evolve. Ora sta trasformando il suo modello di business da challenger a incumbent

Mercato
Xiamo corre veloce. Lo dice l'analista di mercato Canalys, secondo cui nel secondo trimestre del 2021, le spedizioni globali di smartphone sono aumentate del 12%, in quanto i vaccini hanno cominciato a essere diffusi in tutto il mondo e la ‘nuova normalità’ per le economie e i cittadini ha iniziato a prendere forma. 
In questo scenario, Samsung si è posizionato in vetta alla classifica dei vendor di smartphone con  una quota del 19% in termini di unità spedite. Al secondo posto per la prima volta c’è Xiaomi, con una quota del 17%. Al terzo posto Apple, con il 14%, mentre Vivo e Oppo hanno mantenuto un forte slancio di crescita per completare i primi cinque posti.
xiaomi2q
"Xiaomi sta accelerando rapidamente la sua attività all'estero", ha affermato Ben Stanton, research manager di Canalys.
Ad esempio, le sue spedizioni sono aumentate di oltre il 300% in America Latina, del 150% in Africa e del 50% in Europa occidentale. E man mano che cresce, evolve. Ora sta trasformando il suo modello di business da challenger a incumbent, con iniziative come il consolidamento dei partner di canale e una gestione più attenta delle scorte meno recenti nel mercato aperto. Tuttavia, è ancora molto orientato verso il mercato di massa e, rispetto a Samsung e Apple, il suo prezzo di vendita medio è rispettivamente di circa il 40% e il 75% più basso. Nell’anno in corso quindi una delle principali priorità per Xiaomi è quella di aumentare le vendite dei suoi dispositivi di fascia alta, come il Mi 11 Ultra. Sarà però una battaglia dura, con Oppo e Vivo che condividono lo stesso obiettivo, ed entrambi sono disposti a investire molto in attività il marketing per creare brand awareness, cosa che Xiaomi non sta facendo con tale intensità. Tutti i fornitori stanno ‘lottando duramente’ per garantire la fornitura di componenti in una situazione di carenza globale, ma Xiaomi ha già gli occhi puntati sul prossimo obiettivo: prendere il posto di Samsung per diventare il più grande fornitore al mondo".
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche