Context, a giugno bene le vendite di stampanti business. Buone prospettive per il secondo semestre

Le vendite di stampanti business vendute attraverso i distributori europei riprendono a giugno e alimenteranno la crescita nel secondo semestre

Mercato
E’ una ripresa forte quella registrata nel mese di giugno 2021 dal mercato stampanti secondo i dati Context: si parla del +17,2% in unità su base annua con ricavi cresciuti ancora di più (del +21,8%). 
Le stampanti consumer, con risultati scarsi nel mese di aprile e maggio, hanno registrato un aumento delle vendite su base annua grazie alle consegne dei vendor con un incremento del +21% in termini di unità.
Giugno si è rivelato anche un buon mese anche per il segmento delle stampanti business, la cui crescita del +11% è stata trainata dalle vendite di stampanti multifunzione, allineata con quella registrata a maggio (+12,9%), anche se vi sono state differenze nel mix di prodotto tra dispositivi inkjet e laser.
La categoria business inkjet ha registrato una crescita dei volumi del +44,8% e un aumento dei ricavi del +52,8% con un incremento delle vendite di stampanti entry-level e di fascia media (con un costo inferiore a 600 €).
La categoria laser, invece, ha invertito completamente marcia alla fine del secondo trimestre: nonostante le vendite complessive dei modelli laser business siano diminuite del -17,2% a giugno (soprattutto a causa di una carenza di dispositivi entry-level), i ricavi generati durante questo mese sono aumentati del +5,1% su base annua, in quanto aziende e privati ​​hanno acquistato stampanti business di fascia media e alta più costose (a un prezzo superiore a 400 euro) in seguito alla riapertura degli uffici.contextstampantigiugno2021Giugno 2021 - crescite percentuali di unità vendute e di fatturato anno su anno per Paese attraverso la distribuzioneCon il rientro di molte persone nel proprio ufficio dove utilizzano le stampanti a disposizione, si prevede un aumento della domanda sia di hardware che di toner nei prossimi mesi, anche se è difficile distinguere tra domanda reale e potenziali ordini a causa dell’eccessiva reazione alla scarsa offerta. Ci sono ancora ragionevoli livelli di scorte per le stampanti laser di fascia media e alta e i numeri sembrano essere sicuri per il terzo trimestre del 2021. Tuttavia, un’ulteriore crescita in questo segmento dipenderà dalla capacità dei vendor di produrre queste stampanti e affrontare l’incremento della domanda.
“Il canale distributivo sta affrontando lo shortage e la volatilità della fornitura a causa dell'interruzione della catena di approvvigionamento e delle linee di produzione dei componenti", ha affermato Antonio Talia, Head of Business Analysts di Context. "I produttori hanno maggiori probabilità di allocare e vendere componenti come i microchip a settori più redditizi (come il settore automobilistico) in questi tempi di carenza di materiali. I ​​vendor quindi cercheranno di ottimizzare i profitti adeguando il loro mix di prodotti, spostando quando possibile la produzione tra stampanti a getto d'inchiostro e laser (a seconda della disponibilità dei componenti). La carenza di componenti influirà anche sul tempo di produzione delle stampanti, allungando inevitabilmente la media di quattro settimane a un massimo di quattro mesi. Inoltre, una carenza di container e un aumento dei costi di spedizione potrebbero determinare aumenti di prezzo per l'hardware e materiali di consumo a tutti i livelli. Con i distributori in grado di selezionare le offerte che generano i migliori margini, l'aumento dei costi sarà, in definitiva, a carico del cliente finale".
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche