OVHcloud e OmniNet, partnership nel segno del cloud a valore

Grazie alla partnership, OmniNet ha potuto estendere il perimetro del proprio business, facendo leva su una nuova generazione di servizi cloud e un bacino più ampio di potenziali clienti. Vincenti alcune caratteristiche dell’offerta OVHcloud per distinguersi sul mercato: sovranità dei dati, risorse garantite, costi certi e una scalabilità dinamica non solo verticalmente, ma anche orizzontalmente

Vendor
Offrire una gamma completa di servizi innovativi cloud e bare metal, garantendo un approccio europeo alla gestione dei dati. Con questa missione OVH è stata fondata nel 1999, modificando successivamente il proprio nome in OVHcloud per affermare con estrema chiarezza la propria posizione di provider cloud alternativo, impegnato nell’evoluzione continua dei suoi prodotti e dei suoi servizi. “Oggi contiamo 30 data center e una presenza globale in oltre 180 Paesi al mondo, assicurando ovunque un ventaglio d’offerta che dai semplici domini arriva all’hosting, ai Vps, al Public Cloud e ai progetti enterprise più complessi” afferma Dionigi Faccenda, Partner Program Manager di OVHcloud Italia, pronto a ricordare come il modello go-to-market dell’azienda non sia interamente indiretto, ma preveda nella parte a valore della sua offerta intense collaborazioni con partner interessati a proporre al mercato una nuova generazione di servizi cloud.

“Gli operatori di canale svolgono un ruolo chiave nella nostra attività. Per questo la nostra cultura ruota intorno a loro e punta a costruire in piena collaborazione servizi a valore, capaci di distinguerli in un settore in forte crescita” chiarisce Faccenda. Si inserisce in questa logica la partnership avviata da circa un anno con OmniNet, una realtà tutta italiana, nata nel 1998 in provincia di Vicenza con una missione estremamente chiara: aiutare le aziende nel percorso di consolidamento e virtualizzazione di qualsiasi tipo di infrastruttura, on premises e cloud, su sistemi iperconvergenti. Un focus affiancato da grandi competenze maturate negli anni anche su sistemi di trasmissione dati, telelavoro e Office Automation di ultima generazione.
dionigi faccenda ovhDionigi Faccenda, Partner Program Manager di OVHcloud Italia“La collaborazione con OVHcloud è nata sul terreno di nuovi servizi cloud che intendevamo mettere a disposizione del mercato: servizi su cui OVHcloud si calava perfettamente e in modo estremamente semplice grazie alla sua infrastruttura e alle caratteristiche della sua offerta. Certo sul mercato erano disponibili altri player dai nomi altisonanti, ma i nostri criteri di selezione erano dettati solo dalle esigenze dei clienti: sovranità e localizzazione dei dati, risorse dedicate e garantite, costi certi e una scalabilità dinamica non solo verticalmente, ma anche orizzontalmente” afferma Tullio Cozza, Cto di OmniNet, sottolineando come l’insieme di tutti questi aspetti non fosse presente nelle altre offerte, distanziate da OVHcloud anche nel pricing, semplice e aggressivo.


Una partnership piena di opportunità
“La partnership con OVHcloud ha aumentato le nostre opportunità di business, consentendoci di offrire ai clienti nuovi servizi estremamente flessibili, ampliando il nostro bacino di riferimento e contribuendo a incrementare le nostre competenze in ambito cloud attraverso constanti attività di formazione e affiancamento. Un affiancamento che, oltre all’abilitazione tecnica e alle iniziative marketing e commerciali, mette a disposizione anche un’attenta pianificazione delle attività in grado di aiutarci in fase di trattativa” prosegue Cozza. Il risultato è un business in decisa espansione, sostenuto dall’acquisizione di nuovi clienti e dall’erogazione di servizi aggiuntivi a buona parte dei clienti già attivi. “D’altra parte, i benefici offerti dal cloud sono enormi, soprattutto se un’azienda è costretta a fare i conti con un’infrastruttura obsolescente. In questo caso il cliente ha di fronte a sé due opzioni: continuare a investire on-premises per aggiornarla o iniziare a strutturarsi per accogliere istanze cloud, cominciando a beneficiare di tutti i suoi vantaggi” spiega il Cto, che ne evidenzia i più importanti: la possibilità di aggiungere e togliere risorse in base a esigenze che continuano a cambiare, aumentare la resilienza dei propri dati, intervenire in modo rapido sul dimensionamento dei servizi e fare sempre riferimento a canoni certi.
tullio cozza omninetTullio Cozza, Cto di OmniNetTutto per la valorizzazione dei partner
“Grazie al dinamismo di OVHcloud, di giorno in giorno continuiamo a espandere la nostra offerta. Dopo aver cominciato con una proposizione focalizzata sui Virtual private server, progressivamente ci siamo spostati anche sulle infrastrutture in private cloud, offrendo ai clienti cluster dedicati. L’intenzione è comporre via via un portfolio sempre più articolato, in grado di distinguerci in un mercato dalla concorrenza ormai feroce, ma che riconosce enorme valore alle competenze” rimarca Cozza, sottolineando il prezioso supporto fornito da OVHcloud, sempre pronta a mettere risorse e fondi a disposizione del suo ecosistema di canale.

Interessante, per esempio, l’inserimento dei partner in una directory internazionale, in cui ogni operatore può rendersi visibile sul mercato grazie a tag legati ai suoi skill e alla sua geolocalizzazione. “Si tratta di un directory cui hanno accesso tutti i nostri clienti nel mondo, circa un milione e mezzo di aziende, spesso interessate a espandere le soluzioni cloud già adottate, appoggiandosi a operatori accreditati e qualificati” spiega Faccenda, accennando anche alle tante attività predisposte da OVHcloud per promuovere la collaborazione tra i suoi partner. “Grazie alle iniziative di OVHcloud, noi partner ci conosciamo tutti e siamo sempre pronti a mettere a fattor comune le competenze per riuscire a offrire un servizio migliore ai clienti” puntualizza Cozza, pronto a enfatizzare come l’aspetto degli skill e del know-how rappresenti un fattore decisivo sul mercato e come il loro perfezionamento sia un processo estremamente semplice con OVHcloud. “Grazie all’acquisizione di queste competenze e alla loro certificazione, oggi OmniNet può erogare servizi formativi direttamente ai clienti: un’opportunità che ci aiuta a creare solidi rapporti di fiducia con il mercato, con un ritorno estremamente efficace sul nostro business” conclude Cozza. In sostanza, un modello win-win per tutti.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche