AVM: libera scelta in un libero mercato

Pubblicato il: 22/01/2019
F.M.

Dopo che Agcom ha liberalizzato il mercato dei dispositivi per la connessione Internet, Avm si mette a fianco del Canale ICT per creare new business offrendo soluzioni innovative come FritxBox! 6890 LTE (leggi il test sul prodotto) e FritzBox! 7590 (leggi il test sul prodotto) ma anche supporto tecnologico e commerciale per i rivenditori e gli utenti finali.

Le diverse delibere Agcom (l’Autorità per la Garanzia nelle Comunicazioni) hanno di fatto liberalizzato il mercato dei dispositivi di connessione Internet. Ora i consumatori italiani possono svincolarsi dai contratti degli operatori telefonici che imponevano nei propri pacchetti di abbonamento Internet i propri modem-router in comodato d’uso e di optare per un qualsiasi brand e tecnologia più aderente ai propri interessi (sia che si tratti di contratti già in essere, sia in caso di un nuovo acquisto).
Questa “mini-rivoluzione italiana” consentirà al Canale Ict di poter sviluppare new business in un mercato che fino a oggi era in qualche modo ingessato e che ora lo si può effettivamente definire “open market”.
E in questa logica di ampliamento del mercato entra in gioco Avm, società tra le più attive nel segmento del mercato dei dispositivi di connessione internet (dai modem-router, ai dispositivi per telefonia e Smart Home, ai prodotti Mesh per reti WiFi Mesh ad alte prestazioni), così come nello sviluppo del software (si pensi per esempio al sistema operativo Fritz!OS).
Vendor che negli ultimi trimestri ha virato in modo significativo verso il mercato aziendale, mercato intercettato dal Canale B2B (mantenendo però un presidio importante nel retail),
avm gianni garita smau videointervista.JPG“La liberalizzazione sancita dall’Agcom è un importante tassello verso la tutela dei consumatori e rappresenta anche un’importante opportunità per il Canale, soprattutto per qui soggetti come i system integrator e i reseller che aggiungono valore e che si rivolgono all’utenza aziendale”, esordisce Gianni Garita, Country Manager di Avm Italia. “Questo cambiamento, in un mercato importante come quello italiano, consente a un vendor come Avm di mettere a disposizione del canale Ict tecnologie e prodotti innovativi in grado di abilitare nuovi servizi secondo le esigenze sempre più pressanti dei clienti, soprattutto le Pmi, un mercato dalla numerica importante che sta cercando di passare sempre di più alle tecnologie IP e che necessita di servizi personalizzati, difficilmente attivabili dai pacchetti standard degli operatori Tlc”.
Questo significa anche mettere in moto una “macchina” di marketing per sensibilizzare il canale su questa nuove opportunità, opportunità che Avm ha colto immediatamente avviando una comunicazione specifica sul canale attraverso i propri distributori di informatica (Allnet.Italia, Brevi, Cometa, Focelda, Esprinet, Ingram Micro) ma anche attivando delle attività commerciali e di comunicazione specifiche nei cash&carry Brevi, Cometa, Focelda, Esprivillage.
“Oltre a tutto questo, dal punto di vista commerciale significa per Avm poter mettere a disposizione del canale le nostre soluzioni allo stato dell’arte, sia quando si parla di reti Dsl, di Fibra, di Lte ma anche poter approcciare il partner aggiungendo il valore delle nostre competenze, e questo lo si fa nelle attività all’interno dei cash&carry dove spesso facciamo training face-to-face”.

TANTI SERVIZI PER IL CANALE E PER L'END USER

Avm mette anche a disposizione del canale, e anche dell’utente finale, supporto tecnico in lingua italiana che si sviluppa attraverso il contatto telefonico, via email, un sito ad hoc dedicato al tema del free modem (https://it.avm.de/assistenza/libera-scelta-del-router/faqsulla-libera-scelta-del-router/), e un flusso continuo di aggiornamenti, attività social media.

PRODOTTI ALLO STATO DELL'ARTE 

Ma la capacità di Avm di stare sul mercato e interpretarlo da attore protagonista lo si vede anche nel rilascio dei prodotti. E, come sottolinea Garita, scegliere Avm vuole anche dire “Disporre di un prodotto con una installazione semplice, un sistema operativo come Fritz!OS potente e dotato di interfaccia innovativa, ma anche di prodotti a banda garantita”. E gli ultimi annunci sono un segno tangibile che confermano le parole del Country Manager Italia. A partire dal FRITZ!Box 7590 (leggi il test del prodotto), attuale top di gamma dell’azienda tedesca, al FRITZ!Box 7530, un router Dsl per supervectoring 35b con velocità fino a 200 Mbit/s, al Fritz!Repeater 3000, un device Mesh per reti WiFi Mesh ad alte prestazioni che garantisce il Wi-Fi ad alta velocità in ogni angolo di casa o dell’ufficio, il Ftitz!Box 6890 Lte (leggi il test del prodotto) che oltre a velocità wireless su differenti reti si trasforma in un centralino telefonico al quale si possono collegare tutti i telefoni, che siano IP Isdn o analogici fino al Fritz!OS 7 che offre agli utenti oltre 77 aggiornamenti e migliorie per i modem Fritz!Box. “Un sistema in continuo sviluppo con 5 anni di garanzia”, conclude Garita.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Area Social