Allied Telesis, la scelta ideale per lo switch industriale

Il vendor accelera sugli switch industriali, un tempo dispositivi di nicchia, oggi ideali in molteplici ambiti industriali nonché nella videosorveglianza e nell’IoT. Una proposta estesa di modelli che il vendor affianca agli switch di rack per ambienti data center, in un’offerta completa di networking. Un’opportunità tutta da cogliere per i partner a cui il vendor mette a disposizione formazione teorica e concreta, con possibilità di fare demo sul campo

Vendor
Oggi il mondo del networking sta vivendo un momento molto stimolante, in cui la componente della ‘rete’ e tutto ciò che la circonda assumono un’importanza crescente in un mondo sempre più interconnesso, in cui Allied Telesis occupa un posto di primo piano per quel che riguarda la componente di switch.
Parlare di switch oggi, lo si associa subito a questo vendor, sia in ambito enterprise che industriale. Caratteristica distintiva di Allied Telesis in questo scenario è infatti quella di essere protagonista in entrambi i mercati con un’offerta completa ed estesa in grado di rispondere alle esigenze moderne legate a questi dispositivi, soprattutto in ambito industriale, un mercato ricco di opportunità, sicuramente oggi più di ieri.alliedalessandroamendolagineAlessandro Amendolagine, Sales Manager Italy & Israel, Allied TelesisIl momento degli switch industriali
“Lo switch industriale, come spiega Alessandro Amendolagine, Sales Manager Italy & Israel, Allied Telesis, è un dispositivo che, a differenza dei classici  switch, non si monta nel rack all’interno di un data center, ma è ideale per ambienti industriali, come per esempio i capannoni, le linee e le catene di montaggio, in cui non ci sono le stesse condizioni climatiche e di asetticità come appunto in un data center, ma dove ci possono avere forti escursioni termiche, temperature alte o basse, nonché la presenza diffusa di polvere; in sostanza, ambienti non puliti e climatizzati come nel data center. L’applicazione ideale di questi apparati è nel settore manifatturiero – meccanico, elettronico, … qualunque esso sia, in quanto rispetto agli switch da rack hanno un range di temperature esteso e inoltre sono protetti dalla polvere, essendo dotati di case rinforzati e sigillati. Oltre a ciò, si tratta di dispositivi non dotati di ventole per il raffreddamento in quanto, come detto, devono essere completamente sigillati, mentre sono dotati di alimentazione elettrica in corrente continua, rispetto gli switch classici da armadio che invece funzionano a corrente alternata e dispongono di ventole per il raffreddamento.Sono apparati che tendenzialmente si montano anche su altri dispositivi industriali PLC, tutti caratterizzati da alimentazione a corrente continua".

IoT e videosorveglianza
Allo stato attuale, un interessante ambito industriale di applicazione è rappresentato dall’ Internet of Things, in cui lo switch industriale si presta a essere il prodotto ideale per la componente di rete.
Un altro ambito di utilizzo in cui si rileva un’elevata domanda è quello della videosorveglianza: “Per intendersi, ovunque ci sia la necessità di realizzare un sistema di videosorveglianza, lo switch ideale è appunto quello di tipo industriale, in quanto dovendo tipicamente montare le telecamere all’esterno, o comunque a livello perimetriale, lo switch deve essere dotato proprio di queste caratteristiche per rispondere alle condizione atmosferiche tipiche dell’outdoor: range di temperature esteso – resistendo a temperature molto basse o molto alte - e avere il case rinforzato e sigillato. E’ un dispositivo che si presta molto bene a essere utilizzato all’esterno ovviamente dotandolo di un’adeguata protezione: tipicamente viene montato all’interno di box posizionati all’esterno, che devono  avere requisiti corretti per rispondere alle condizione atmosferiche tipiche dell’outdoor. La videosorveglianza rappresenta un ambito di applicazione molto ampio, settore trainante, trasversale a qualunque mercato verticale, in quanto l’esigenza di ‘videosorvegliare’ gli ambienti è indispensabile e diffusa in molti mercati verticali: “In questo senso Allied Telesis sta lavorando molto intensamente in numerosi settori merceologici. La domanda è alta e molti sono i progetti, favoriti anche da gli investimenti e i fondi specifici per lo sviluppo di questi settori”, racconta Amendolagine.alliedie340 20gp 12gt 640pxUn’offerta completa
In ambito industriale Allied Telesis mette a disposizione un portafoglio di switch industriali completo in termini di modelli e caratteristiche, in grado di coprire le richieste di dispositivi sia con un numero limitato di porte sia con numero di porte più elevato. Oltre a ciò, il vendor di networking si distingue proprio per il fatto di essere tra i pochi attori del mondo networking in grado di offrire entrambe le tipologie di switch: da quelli per rack classici e quelli industriali: “Proponiamo al mercato una soluzione a 360 gradi: una caratteristica che ci differenzia dalla concorrenza, in quanto la maggior parte degli altri vendor ha una proposta di dispositivi o per rack classici o industriali, difficilmente entrambe le proposizioni. E non solo: per ciò che riguarda gli switch industriali la maggior parte dei competitor proviene dal mondo industriale e non dal mondo networking. Significa che per questi vendor lo switch industriale non è un dispositivo su cui hanno esperienza, in quanto nascono come produttori di dispositivi per ambiente industriale, ma non hanno esperienza nel mondo networking, a differenza di Allied Telesis che nasce come vendor di apparati di networking  su cui ha costruito un’elevata esperienza portata all’interno degli switch industriali – che, oltre alle particolari caratteristiche hardware di cui abbiamo parlato - sono a tutti gli effetti degli switch e quindi devono avere funzionalità e sistema operativo propri di questi apparati di networking. Un’esperienza quindi molto apprezzata anche nella convergenza IT e OT, in un disegno spinto di IoT”.

Un buon momento per Allied Telesis
Alla luce di tutto ciò, quello attuale è un ottimo momento per Allied Telesis che, avendo investito nel settore degli switch industriali in tempi non sospetti, oggi può ritenersi a tutti gli effetti un protagonista di settore, ricco di opportunità di sviluppo e crescita:Allied Telesis è stata una delle prime aziende del networking a investire in questo settore, a differenza di altri vendor che non ci hanno creduto. Ora è un settore che fa gola a molti, ma gli unici competitor sono i vendor dell’ambito industriale che fondamentalmente si occupavano di altro".
Nel tempo tale scelta è risultata vincente. Oggi e in futuro Allied Telesis si aspetta ampi margini di crescita e sviluppo in quest’ambito: l’azienda sta investendo per tenere il passo della richiesta di mercato, come racconta Alessandro Amendolagine: “Mentre il settore tradizionale degli switch da rack è molto stabile e consolidato  con funzionalità in ampia parte riconosciute, per cui tendenzialmente  si lavora su caratteristiche di dettaglio, nell’ambito industriale invece si lavora molto in termini di R&D su caratteristiche innovative. Allied Telesis ha in roadmap diversi nuovi modelli che saranno lanciati nel corso del 2022, con nuove funzionalità; una roadmap che guarda al futuro”.
Di fatto, gli switch industriali stanno rinnovando l’intero ambito del networking: il mercato da ambito di nicchia con una bassa richiesta di questi dispositivi oggi si sta aprendo in modo molto esteso con possibilità di sviluppo enormi: ”L’IoT, per esempio, non è ancora al suo punto di maturazione e avendo ampi margini di sviluppo, si porta dietro questi switch di cui ci sarà sempre più richiesta e necessità. Lo stesso dicasi per la videosorveglianza, in quanto al di là del fatto che è ampiamente diffusa in molti ambiti, le caratteristiche delle telecamere utilizzate in questo contesto sono passate dall’essere elementi di semplice ripresa delle immagini all’essere particolarmente evolute: vedasi per esempio la motion detection per il rilevamento degli spostamenti o l’utilizzo di infrarossi per le visualizzazioni notturne, … - caratteristiche che stanno evolvendo di continuo e, di conseguenza, gli switch alla base delle reti utilizzate nell’ambito della videosorveglianza assumono un’importanza crescente”, dettaglia Amendolagine.

A misura di partner
E con un modello di vendita indiretto, 100% canale, Allied Telesis lavora al fianco dei partner per proporre l’offerta completa di switch. A loro il vendor mette a disposizione percorsi formativi orientati a trasmettere le corrette informazioni: un mix di momenti teorici e pratici costituito da webinar, workshop, demo, con l’obiettivo di far conoscere le peculiarità dei prodotti e gli ambiti di applicazione: “Molti partner sono ancora ancorati al mondo degli switch da rack e non conoscono in profondità gli switch industriali e gli ambiti di utilizzo. Il discorso della formazione ci sta dando ottimi risultati in quanto le applicazioni pratiche sono molto interessanti, reali e molto comuni. Come più volte sottolineato, videosorveglianza e IoT sono ambiti diffusi e trasversali, non di nicchia,” enfatizza Amendolagine. Accanto quindi all’attività tradizionale di training, il vendor offre una formazione sul campo, attraverso attività di demo, consentendo ai partner di toccare con mano e testare gli apparati, valutarne le funzionalità  e comprenderne i vantaggi rispetto a quelle dei classici switch. Una formazione indirizzata e rivolta ai partner che può estendersi anche agli utenti finali su richiesta del partner stesso,  interessato a guidare i propri clienti verso percorsi innovativi che poggiano sull’utilizzo degli switch industriali: “Siamo in grado di dimostrare in maniera pratica la validità della tecnologia, cercando di coprire qualunque richiesta arrivi dai soggetti interessati alle nostre soluzioni”, conclude Alessandro Amendolagine.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche