googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

Progetto Mapire. Ecco Google Maps vintage, come erano l'Italia e l'Europa nell'Ottocento

Il progetto si chiama Mapire ed è stato lanciato nel 2014. Consente di navigare in tutta l'Europa attraverso le mappe storiche dell'impero asburgico rimodernate con le tecnologie più avanzate, tra cui Google Maps, Google Earth e OpenStreetMap.

Mercato
Se siete appassionati di storia o semplici curiosi ora potete disporre delle mappe storiche che fanno rivivere e attraversare l'Italia e l'Europa come in una sorta di Google Maps dell'Ottocento. Si può entrare in Roma e scoprire che il Colosseo e il Viminale erano in periferia, così come scoprire che a Milano la zona di Porta Sempione e Brera erano poco popolose.
Si può dare una sbirciatina con un occhio al passato anche a città come Parigi, Londra e Mosca. Il progetto si chiama Mapire (frutto della collaborazione delle istituzioni scientifiche di Austria, Ungheria e Croazia), è stato lanciato nel 2014 e permette all'utente di navigare in tutta l'Europa attraverso le mappe storiche dell'impero asburgico rimodernate con le tecnologie più avanzate, tra cui Google Maps, Google Earth e OpenStreetMap.

Le mappe catastali sono state create in tutti i territori dell'Impero asburgico nel corso del Diciannovesimo secolo. E sono in continuo aggiornamento grazie ai fogli di mappa ungheresi e croati. C'è anche un motore di ricerca interno per individuare subito la città o l'area che si vuole esplorare con un occhio al passato. Tra le funzioni utili anche la possibilità di comparare le mappe vecchie e nuove.
"La versione corrente di Mapire - spiega in una nota il sito del progetto - contiene la prima indagine militare (1764-1784), così come la seconda indagine militare (1806-1869) e copre tutto l'impero asburgico. Questo contenuto d'archivio è unico e raro, per la risoluzione e la realizzazione artistica".
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche