Canalys, le misure normative rallentano la crescita del cloud cinese

Il 2021 del settore tecnologico cinese si sta caratterizzando per la crescente pressione che il governo cinese sta esercitando sia sulle grandi aziende tecnologiche consolidate che sulle startup più piccole. Nonostante le pressioni, i quattro principali fornitori di servizi cloud hanno però continuato a crescere in modo consistente nel 2021

Mercato
Nel secondo trimestre 2021 il mercato cinese del cloud infrastrutturale è cresciuto del 54% su base annua per un valore pari a 6,6 miliardi di dollari, guidato da Tencent Cloud, cresciuto del 92%
A dirlo è l'analista di mercato Canalys, secondo cui Tencent Cloud ha rappresentato quasi il 19% della spesa totale del cloud infrastrutturale in Cina, terzo dietro Alibaba Cloud e Huawei Cloud e davanti a Baidu AI Cloud.
I quattro titani del cloud cinese sono riusciti a mantenere il loro dominio sul mercato, crescendo globalmente del 56% per rappresentare l'80% della spesa cloud totale; ma la pressione sulle società BAT (Baidu, Alibaba e Tencent) sta aumentando mentre il governo cinese continua con una serie di regolamenti antitrust e politiche relative a Internet.
Negli ultimi sei mesi, ciascuna delle società BAT ha visto il prezzo delle proprie azioni scendere tra il 18% e il 30%, in quanto gli investitori sono sempre più cauti a causa delle pressioni normative.
canalyscloudcina2"Il 2021 del settore tecnologico cinese si sta caratterizzando per la crescente pressione che il governo cinese sta esercitando sia sulle grandi aziende tecnologiche consolidate che sulle startup più piccole", ha affermato Alex Smith, VP di Canalys. “Le aziende tecnologiche cinesi hanno potuto contare sul mercato locale, soprattutto quando l'accesso ai mercati occidentali più redditizi era bloccato. Ma negli ultimi nove mesi le crescenti pressioni normative nazionali hanno in un certo senso ostacolato le aziende che hanno visto crescere le loro attività cloud negli ultimi anni in modo consistente. Queste pressioni si stanno estendendo a un'ampia gamma di aziende tecnologiche online, dalle piattaforme di education alle app di ride sharing ".
Nonostante le pressioni, i quattro principali fornitori di servizi cloud hanno però continuato a crescere in modo consistente nel 2021. La domanda locale rimane comunque elevata in quanto la trasformazione digitale, l'intelligenza artificiale e i settori mercelogici 'smart' sono al centro di tutte le agende aziendali e governative. Sebbene l'attuale controllo non si concentri specificamente sugli aspetti cloud delle loro attività, gli investitori sono comunque diventati cauti e il calo dei prezzi delle azioni può essere doloroso per i titoli tecnologici ad alta crescita. Al di fuori di Alibaba, le multe imposte di recente alle società tecnologiche cinesi dall'amministrazione statale per la regolamentazione del mercato non sono state non così alte ma rappresentano l'attuale sentimento verso il settore tecnologico di Pechino.

L’eccezione Huawei

Un vendor che finora ha evitato misure normative è Huawei. "L'attenzione si è concentrata soprattutto sulle Internet company", ha affermato Matthew Ball, Chief Analyst di Canalys. “Huawei è vendor di tecnologia sia instrutturale che di dispositivi con un solido business cloud. Quando si tratta di infrastruttura cloud, il nostro focus è sulle società BATH, non solo su BAT. Huawei è in una posizione forte in termini di crescita, in particolare nel settore pubblico, dove ha una buona reputazione e relazioni a lungo termine con il governo".
In questo senso, nel secondo trimestre dell’anno in Cina Huawei ha mantenuto la sua seconda posizione nel mercato delle infrastrutture cloud con una quota di mercato del 19%. Durante questo periodo, ha annunciato l’insediamento di un nuovo CEO per la parte Huawei Cloud, Zhang Ping'an.
Alibaba Cloud è rimasta in testa alla classifica di questo mercato con una quota del 34%, dopo essere cresciuta del 30% su base annua.
Al terzo posto c’è Tencent, dopo un’ulteriore accelerazione della crescita guidata dagli ottime performance ottenute nel turismo ‘smart’, nell’ambito pubblico, oltre che nel settore finanziario.
Baidu AI Cloud è al quarto posto con una quota dell'8%, dopo essere cresciuto del 49%;  continua a focalizzarsi sulla semplificazione della tecnologia AI per una più ampia adozione aziendale.
*Nell’accezione di Canalys i servizi di infrastruttura cloud comprendono quelli di piattaforma (Paas) e quelli appunto di infrastruttura (Iaas), su un'infrastruttura privata dedicata o condivisa. Ciò esclude le spese relative al Saas, software come servizio, ma include le entrate generate dai servizi di infrastruttura utilizzati per ospitarli e gestirli.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche