Canalys, la spesa globale dei servizi cloud cresce a doppia cifra

Nel terzo trimestre del 2021 i servizi cloud infrastrutturali raggiungono il record di 49,4 miliardi di dollari. In cima alla classifica dei cloud service provider AWS, Mircosoft Azure e Google Cloud

Secondo l’analista di mercato Canalys, nel terzo trimestre del 2021 i servizi di infrastruttura cloud (l’analista considera fornitori di servizi intrastrutturali cloud le realtà che offrono infrastrutture as a service, platform as a service, nonché infrastrutture dedicate private hosted e infrastrutture condivise) hanno continuato a essere molto richiesti e la spesa mondiale relativa a essi è aumentata del 35% per un valore pari a 49,4 miliardi di dollari, guidata da una serie di fattori, tra cui il lavoro e l'apprendimento a distanza tuttora in corso e il crescente utilizzo di applicazioni cloud specifiche per industry.
Le ultime stime dell’analista di mercato mostrano che la spesa è cresciuta di 12,9 miliardi di dollari rispetto al terzo trimestre del 2020 e di 2,4 miliardi di dollari dall'ultimo trimestre.
La spesa per i servizi cloud è ancora molto influenzata dagli sforzi di trasformazione digitale necessari per mantenere la continuità aziendale durante le interruzioni dovute alla pandemia.
2021 11 01 20 44 01 canalys newsroom  i servizi cloud globali spendono record di 49,4 miliardi di doIn risposta, i principali cloud service provider hanno potenziato l'espansione dei data center geografici per soddisfare la domanda crescente. Ma l'impatto della carenza globale di chip è imminente, in quanto i vendor di componenti per data center riportano tempi di consegna più lunghi e prezzi più elevati che impatteranno sui fornitori più grandi. Gli hyperscaler hanno ora spostato l'attenzione sull’estensione e il potenziamento dei portafogli di servizi specifici per industry e sulla crescita dei loro canali per portare con successo sul mercato questi set di prodotti sempre più diversificati.
"La domanda di computing complessiva sta superando le capacità di produzione di chip e l'espansione dell'infrastruttura potrebbe diventare limitata per i fornitori di servizi cloud", ha affermato l’analista di meracto Blake Murray, di Canalys. “Oltre a gestire le catene di approvvigionamento al meglio delle loro capacità, i fornitori che creano un vantaggio si concentrano sullo sviluppo dei loro canali di mercato e i loro portafogli di prodotti per recuperare il ritardo con una sempre più ampia varietà di casi d'uso che ha alimentato la domanda dall'inizio della pandemia".

I tre sul podio
Amazon Web Services
(AWS) ha inciso per il 32% sulla spesa totale dei servizi di infrastruttura cloud nel terzo trimestre del 2021, diventando così il principale fornitore di servizi cloud, con una crescita del 39% su base annua. Di recente AWS ha annunciato AWS for Health, che combina offerte specifiche relative al settore sanitario con soluzioni di sicurezza informatica e compliance. Si è fatta notare nel settore pubblico, aggiudicandosi accordi chiave con i governi degli Stati Uniti e del Regno Unito. Si è focalizzato sullo sviluppo del canale attraverso programmi relativi alle competenze;  è diventata la più grande realtà in questo campo in termini di competenze tra i suoi partner.
Al secondo posto come fornitore di servizi cloud si è posizionato Microsoft Azure, con una quota di mercato del 21%, crescendo del 50% per il quinto trimestre consecutivo. Microsoft ha continuato a focalizzarsi sulle customizzazoni dei servizi cloud di industry e sull’estensione deei servizi finanziari e nel manufacturing. Ha anche riportato nuovi casi di successo di clienti che utilizzano i servizi cloud per l'assistenza sanitaria e la sostenibilità. Microsoft ha lavorato sulla sua posizione in il relazione alla governance dei dati e ha anche annunciato Azure Purview, una soluzione dati unificata progettata per supportare la gestione dei dati in ambienti multi-cloud.
Al terzo posto Google Cloud cresciuto del 54% fino a rappresentare l'8% del mercato. Ha siglato 20 partnership tecnologiche estese con vendor che trattano i dati e la cybersecurity per approfondire le competenze verticali. Google Cloud ha anche enfatizzato la strategia relativa ai partner di canale e rilasciato nuovi incentivi nel suo programma partner. Ha riportato un incremento del 175% nell’engagement dei clienti attraverso i partner durante il primo semestre del 2021. Ha inoltre migliorato il proprio posizionamento in relazione alla sovranità dei dati con il rilascio di Google Distributed Cloud, che offre ai clienti la possibilità di estendere l'infrastruttura di Google Cloud all’edge e ai data center dei clienti.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche