Esprinet si posiziona 26esima nel rapporto di Mediobanca sulle principali società italiane

La società entra nella top 30 dei grandi gruppi industriali italiani guadagnando 14 posizioni rispetto al 2020

Distributori
Esprinet S.p.A. si è classificata al 26° posto nel nuovo rapporto “Le principali società italiane 2021” di Mediobanca, uno studio che ha preso in esame lo stato di salute di 3.437 aziende, attraverso un’analisi puntuale dei bilanci di esercizio, suddivisi in base al settore in cui operano.
Esprinet ha guadagnato quattordici posizioni rispetto all’edizione 2020, in cui occupava il 40° posto; ha ottenuto un miglioramento di performance su tutti gli indicatori considerati, con un aumento nei ricavi del +14% nel 2020 rispetto al 2019.  
Nel 2020 il Gruppo Esprinet ha infatti chiuso l’esercizio con un fatturato di €4,5 miliardi in crescita rispetto al 2019 chiuso a € 3,9 miliardi. La società ha registrato un incremento anche in termini di risorse passando da 1.320 unità a 1.600. Risultati positivi che hanno contribuito alla scalata del Gruppo nella prestigiosa classifica di Mediobanca.
“Aver raggiunto questo importante risultato ci riempie di orgoglio – ha dichiarato Alessandro Cattani, Amministratore Delegato di ESPRINET – ed è un ulteriore tassello che si aggiunge alle ottime performance della società registrate nel 2020. Ciò ha per noi una valenza ancora più significativa se letto unitamente al contesto globale. Siamo riusciti ad essere al fianco dei nostri clienti e in genere delle imprese e dei consumatori finali, grazie al costante impegno di tutto il nostro Gruppo, garantendo loro il pieno accesso alle tecnologie ed evitando interruzioni nella catena del valore, garantendo livelli di resilienza e qualità del servizio offerto e progettando la configurazione ottimale necessaria per affrontare al meglio gli effetti di lungo periodo di questo nuovo modo di operare.”
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche