▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

Gartner, spesa IT mondiale a + 4,3% nel 2023

I numeri dell'analista di mercato sull'andamento della spesa IT per l'anno in corso. L'IA generativa non ha ancora un impatto significativo sui livelli di spesa IT

Mercato

Secondo le ultime previsioni dell'analista di mercato Gartner, la spesa IT mondiale dovrebbe raggiungere i 4,7 trilioni di dollari nel 2023, con un aumento del 4,3% rispetto al 2022 (più ottimistiche delle previsioni dell'analista Context). Mentre i Cio continuano a perdere la competizione per i talenti IT, stanno spostando la spesa verso tecnologie che consentono l'automazione e l'efficienza per guidare la crescita su larga scala con meno dipendenti.

“Le trasformazioni del business digitale stanno iniziando a trasformarsi”, dichiara John-David Lovelock, Distinguished VP Analyst di Gartner. "I progetti IT si stanno spostando da un'attenzione rivolta ai risultati esterni, come le entrate e l'esperienza del cliente, a sforzi più rivolti verso l'interno incentrati sull'ottimizzazione" .

Partecipa agli ItalianSecurityAwards 2024 ed esprimi il tuo voto premiando le soluzioni di cybersecurity che reputi più innovative

Il segmento del software vedrà una crescita a due cifre nel 2023 man mano che le organizzazioni aumenteranno l'utilizzo e riallocheranno la spesa verso applicazioni e piattaforme principali che supportano guadagni di efficienza, come le applicazioni di pianificazione delle risorse aziendali (ERP) e di gestione delle relazioni con i clienti (CRM). Gli aumenti dei prezzi dei fornitori continueranno inoltre a sostenere la spesa per il software durante quest'anno.

Sebbene le prospettive generali per la spesa IT aziendale siano positive, la spesa per i dispositivi diminuirà dell'8,6% nel 2023 a causa del continuo impatto dell'inflazione sul potere d'acquisto dei consumatori (tabella 1).

Tabella 1. Previsioni di spesa IT a livello mondiale (milioni di dollari USA)Fonte: Gartner (luglio 2023)

"Il segmento dei dispositivi sta vivendo uno dei peggiori anni di crescita mai registrati", afferma Lovelock. “Anche se l'inflazione si attenua leggermente in alcune regioni, i fattori macroeconomici stanno ancora influenzando negativamente la spesa discrezionale e allungando i cicli di aggiornamento dei dispositivi. La spesa per i dispositivi non dovrebbe tornare ai livelli del 2021 almeno fino al 2026”.

Le aziende integreranno l'IA generativa attraverso gli strumenti esistenti

Sebbene l'intelligenza artificiale generativa (AI) sia al primo posto per molti leader aziendali e IT, non ha ancora un impatto significativo sui livelli di spesa IT. A lungo termine, l'IA generativa sarà incorporata principalmente nelle imprese attraverso la spesa esistente.

"Il miglior canale di mercato dell'IA generativa è attraverso il software, l'hardware e i servizi che le organizzazioni stanno già utilizzando", sostiene Lovelock. “Ogni anno vengono aggiunte nuove funzionalità a prodotti e servizi tecnologici come componenti aggiuntivi o aggiornamenti. La maggior parte delle aziende incorporerà l'IA generativa in modo lento e controllato attraverso l'aggiornamento degli strumenti che sono già integrati nei budget IT".

"Quando si tratta di IA quest'anno, le organizzazioni possono prosperare senza avere l'IA in produzione, ma non possono essere prive di una storia e di una strategia", aggiunge Lovelock.

La metodologia di previsione della spesa IT di Gartner si basa in gran parte su un'analisi rigorosa delle vendite di oltre un migliaio di vendor nell'intera gamma di prodotti e servizi IT. Gartner utilizza tecniche di ricerca primarie, integrate da fonti di ricerca secondarie, per costruire un database completo di dati sulle dimensioni del mercato su cui basare le sue previsioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter