ESET, cybersecurity a prova di futuro

Attraverso un approccio multilivello ESET mette in sicurezza i dati delle aziende, facendo leva su servizi MDR e tecnologie avanzate come Machine Learning e sandboxing in cloud. Intenso l’impegno sul fronte del canale, affiancato nella crescita delle competenze necessarie a proporre con successo l’offerta multi-layer del vendor

Vendor
Negli ultimi anni il settore della sicurezza informatica ha visto una forte crescita dovuta in parte alla diffusione di nuove modalità di lavoro, che hanno portato gli utenti e le organizzazioni ad adottare efficaci soluzioni di protezione dei dispositivi e dei dati.
“Dopo la fase pandemica che ha visto la maggior parte degli utenti lavorare in smart working, le aziende si trovano ora in una situazione di lavoro ‘ibrido’ in cui lo smart working si affianca a una modalità di lavoro più tradizionale, svolta all’interno del perimetro aziendale. Ragionevolmente, questo sarà il trend che ci accompagnerà anche il prossimo anno, determinando un ampliamento della superficie di attacco, che a sua volta spingerà la necessità di adottare soluzioni di sicurezza da parte delle organizzazioni” afferma Sabrina Curti, Marketing Manager di ESET Italia. A confermarlo sono i dati rilasciati da ESET nel suo Threat Report T2 2021, che ha analizzato l’andamento delle minacce a livello mondiale tra maggio e agosto di quest’anno, confrontandole con il quadrimestre precedente: dai dati emerge un aumento del 104% nel numero di attacchi brute-force indirizzati contro servizi RDP (Remote Desktop Protocol), contribuendo a un volume complessivo di circa 55 miliardi di nuovi attacchi. Oltre a ciò, è aumentata la diffusione di malware che chiedono alle vittime riscatti sempre più ingenti.
“Questi sono solo esempi che confermano ancora una volta quanto sia necessario per le organizzazioni considerare la sicurezza dei loro sistemi una voce prioritaria all’interno dei budget 2022” commenta Curti, sottolineando soprattutto l’esigenza di adottare soluzioni di protezione dei dati dal momento che questi rappresentano oggi l’asset più importante di qualsiasi organizzazione. Perderli o non potervi accedere può causare danni enormi, provocando mancata produttività, oltre a forti perdite economiche e d’immagine.

In questo scenario ESET mette a disposizione del mercato quella che ritiene essere oggi la migliore combinazione possibile di soluzioni di sicurezza, facendo soprattutto leva su tecnologie capaci di innalzare il livello di protezione dei dati aziendali: un approccio multilivello che si presenta come strategia di sicurezza ideale e che nelle soluzioni di Endpoint Protection si concretizza nell’implementazione di tecnologie di Machine Learning (che ESET utilizza già dagli anni ’90) e nell’adozione di soluzioni di doppia autenticazione in grado di aumentare il livello di sicurezza delle infrastrutture e delle reti VPN utilizzate dagli utenti per accedere ai sistemi aziendali.


“Parallelamente non bisogna dimenticare l’importanza di adottare anche tecnologie di sandbox in cloud, che vanno a identificare la presenza di possibili minacce prima che queste si diffondano all’interno della rete aziendale, e soluzioni di cifratura dei dati, che vengono spesso gestiti attraverso dispositivi usati anche per scopi personali” spiega Curti, ricordando anche la necessità di monitorare 24 ore su 24 l’intera infrastruttura, adottando servizi MDR ovvero servizi gestiti di cybersecurity. Gli attacchi, infatti, possono avvenire in ogni momento, anche di notte o durante una giornata di chiusura aziendale. Attraverso il monitoraggio continuo della rete è possibile identificarli preventivamente, indipendentemente dal momento in cui avvengono e rimediare immediatamente ai danni causati. ESET ha già rilasciato questo tipo di servizi a livello mondiale, mentre in Italia li renderà disponibili a partire dal 2022.


Tutte le novità in arrivo
“La nostra strategia è in linea con ciò che abbiamo perseguito in tutti gli ultimi 30 anni, ossia mettere a disposizione del mercato soluzioni di Endpoint Protection pensate per affrontare le esigenze di sicurezza di domani. In quest’ottica, attraverso l’attività continua dei 13 centri di Ricerca & Sviluppo dislocati in tutto il mondo, ESET risponde in modo proattivo alle nuove necessità di sicurezza. Il lavoro quotidiano dei nostri ricercatori è quello di migliorare sempre più le soluzioni di protezione del dato e degli endpoint, ottimizzandole affinché possano essere utilizzate al meglio in cloud e affiancandole all’erogazione di servizi gestiti 24 ore su 24” chiarisce Curti, anticipando che per il 2022 ESET ha previsto il rilascio di ulteriori funzionalità e soluzioni di sicurezza che, andando ad operare in cloud, risponderanno ancora meglio alle esigenze di flessibilità richieste dalle organizzazioni moderne.

In particolare, nei primi mesi del 2022 è previsto il rilascio della versione in cloud della soluzione di EDR (Endpoint Detection and Response) che, affiancandosi alla soluzione di Endpoint Protection, consentirà di identificare in modo proattivo le eventuali azioni malevole che avvengono all’interno della rete aziendale, bloccandole prima che possano diffondersi e causare danni all’intero sistema. La versione in cloud della soluzione EDR di ESET potrà essere gestita facilmente attraverso una console di gestione Web, dando ai responsabili IT la possibilità di mantenere sotto controllo, in qualsiasi momento e ovunque si trovino, il livello di sicurezza dei propri sistemi.

2021 logoeset ok
“L’aumentare della complessità dei prodotti che vanno a creare un sistema di sicurezza multi-layer dà ai nostri partner la possibilità di offrire ai clienti un portfolio di soluzioni di sicurezza estremamente completo. Parallelamente, però, questo richiede un aumento delle competenze che il dealer deve garantire per gestire al meglio le soluzioni offerte. Il discorso vale anche per quanto riguarda i servizi che vanno a completare l’offerta aggiungendo attività di remediation e la capacità di mantenere sotto controllo le reti aziendali 24 ore su 24” puntualizza la Marketing Manager, pronta a evidenziare l’importanza di definire un percorso di formazione e certificazione così come previsto dal programma di canale per trasferire ai partner tutte le competenze necessarie in termini tecnici, commerciali e di prevendita.

A livello locale è disponibile, tra l’altro, anche un Channel Account Manager dedicato che, oltre a dare indicazione sulle certificazioni più adatte a ogni partner, affianca i dealer certificati nella definizione di un business plan con azioni mirate allo sviluppo del business. Costante anche il supporto da parte del team Sales Engineer, incaricato di supportare i partner nel raggiungimento dei percorsi di formazione previsti e in fase di trattativa commerciale con i clienti, fornendo azioni di prevendita che evidenzino il valore aggiunto delle soluzioni ESET rispetto ai competitor. A questo si aggiunge il coinvolgimento del team marketing che mette costantemente a disposizione fondi dedicati allo svolgimento di attività marketing congiunte.

“Tutto questo prova come i partner siano al centro della nostra strategia di go-to-market e possano avvalersi costantemente di un valido supporto multilivello” rimarca Curti. Per quanto riguarda la formazione, in particolare, sono previsti corsi mirati per ogni livello di partnership. I training commerciali sono pensati per fornire un’overview dell’offerta e attraverso esercizi di simulazione consentono ai partner di testare la propria capacità di proporre la giusta soluzione ESET in risposta alle esigenze del cliente.

“A questi corsi si affiancano sessioni di prevendita e training tecnici che vanno ad approfondire nel dettaglio le funzionalità tecniche presenti nelle diverse soluzioni ESET. Questa tipologia di corsi, prevista online e in aula fisica o virtuale attraverso i distributori e il loro Competence Center, dà ai dealer la possibilità di acquisire le competenze necessarie per gestire le diverse fasi di implementazione e gestione delle nostre soluzioni all’interno dei sistemi aziendali dei clienti” conclude Curti con una precisazione importante: tutti i percorsi disponibili all’interno del portale vengono periodicamente aggiornati per adattarsi sia alle nuove funzionalità di prodotto via via rilasciate sia per rispondere alle nuove esigenze di sicurezza dei clienti.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter