Server, il mercato 2018 si è chiuso bene

Anche con ultimo trimestre 2018 in frenata rimane positivo il trend sulle vendite dei server, che tra 2018 e 2017 sono cresciute del 30 percento in valore.

Mercato
Di questi tempi una crescita in valore del 30 percento è decisamente confortante, ma rara in comparti consolidati. Il cloud ha invece dato una bella spinta al mercato server, che secondo Gartner ha chiuso il 2018 con un giro d'affari al +30,1 percento rispetto al 2017 nonostante un quarto trimestre meno dinamico (+17,8 percento anno su anno). Le crescite in volumi sono meno rilevanti (+13,1 percento per tutto il 2018 e +8,5 percento per il trimestre) ma comunque significative.
Il merito è, manco a dirlo, degli investimenti in hardware da parte degli hyperscaler e dei service provider, che devono soddisfare la crescente richiesta di servizi cloud da parte delle grandi imprese. Gartner però pone l'accento sul fatto che gli investimenti per realizzare e rinnovare i grandi data center non possono essere illimitati. Già il 2018 da questo punto di vista è andato meno bene del 2017, il 2019 vedrà un ulteriore rallentamento.
La dinamica degli investimenti è comunque piuttosto articolata e collegata in parte all'andamento dei prezzi dei componenti di base. Ad esempio, la recente flessione nel costo delle memorie DRAM ha favorito l'acquisto di server con configurazioni più potenti e adatte ad applicazioni più innovative come quelle di AI e analytics. E configurazioni più potenti sono anche più costose, a vantaggio del mercato.
gartner server 4q18Anche in una fase di delocalizzazione dei data center, il fatto che il mercato server dipenda nettamente dai service provider influenza la sua distribuzione geografica. Il mercato cioè cresce dove ci sono più data center, ecco perché nel 2018 si sono consegnati più server in Asia (+18 percento circa in volumi rispetto al 2017) e in Nordamerica (+16 percento), meno in EMEA (+3 percento) e Giappone (+2 percento).
In quanto all'andamento dei principali produttori di server, i dati relativi al quarto trimestre 2018 indicano che la "top cinque" in valore vede nell'ordine Dell EMC, HPE, Huawei, Inspur e IBM.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Tutto per un lavoro da remoto sicuro e protetto

Speciale

L'importanza della collaboration nella "nuova normalità"

Speciale

Remoto sicuro, senza paura. Disinnescare l’allarme sicurezza sullo smart working e aiutare le imprese a ripartire… davvero.

Speciale

WatchGuard-Symbolic, il valore della piattaforma unificata di sicurezza

Speciale

Potenziare la cyber security con l'analisi comportamentale

Calendario Tutto

Mag 13
IDC Future of Digital Infrastructure Digital Forum 2021
Mag 13
ESET CLOUD OFFICE SECURITY: La protezione all-in-one per tutte le applicazioni Microsoft 365
Mag 13
Come gestire i dati non strutturati in modo agile e flessibile: Ottimizzare la gestione su dispositivi NAS, file server e object storage
Mag 13
MySQL Day 2021 Digital Edition
Mag 13
TP-Link - OMADA SDN Soluzione Cloud Business Wireless & Networking
Mag 13
Work from Home – Lab Series: come utilizzare i Remote Desktop Services per accedere, da remoto, in sicurezza, alle risorse aziendali
Mag 13
Dynamics 365 Sales la gestione del processo di vendita e la relazione con i clienti
Mag 13
Perché passare a Libraesva: vantaggi e special promo
Mag 14
Systematika Security Day

Magazine Tutti i numeri

ChannelCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche