googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

Shellshock, un tool per sapere se si è stati colpiti

Trend Micro fornisce utili informazioni, incluso un tool, per stare sicuri in tema di Shellshock, sia che siate già stati colpiti, sia che non lo siate.

Mercato
I laboratori Trend Micro stimano che la vulnerabilità Shellshock potrebbe colpire 500 milioni di server web e altri dispositivi connessi come smartphone e dispositivi medici. La vulnerabilità Shellshock riguarda Linux, per questo può colpire sia le piattaforme Apple che PC.
La vulnerabilità può sfruttare i comandi d’accesso ai sistemi basati su Linux, che costituiscono il 51% dei web server in tutto il mondo. La vulnerabilità Shellshock è simile a Heartbleed, ma la portata è quindi molto maggiore. 
Cosa fare subito: 
  • Utenti finali: implementare immediatamente delle patch
  • Amministratori IT: in caso di sistema Linux, disattivare immediatamente lo script BASH
  • Operatori web: se BASH è parte dello script, fare subito una patch o riscrivere senza BASH
  • Clienti Hosting: chiamare il provider e chiedere informazioni sulle loro procedure
  Ulteriori informazioni saranno pubblicate continuamente sui blog Trend Micro http://blog.trendmicro.com/bash-shellshock-vulnerability/ 
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche