World Password Day 2022, ancora oggi 23 milioni di persone usano la password '123456'

Un utente su quattro scrive ancora la propria password su un foglio di carta, inoltre il 30% delle persone utilizza il proprio anno di nascita e il 39% il nome di un animale domestico come parte della propria password. I consigli degli esperti di cybersecurity di Sophos.

Mercato
Oggi, giovedì 5maggio, si celebra in tutto il mondo il 'World Password Day', la giornata mondiale che ha lo scopo di contribuire a una magggior consapevolezza sulla sicurezza digitale. Un tema quanto mai di attualità considerato tutti gli attacchi hacker a cui sono esposti aziende e utenti, come ci mostra la cronaca quotidiana.Il Centro Nazionale per la Cybersecurity del Regno Unito ha rivelato che 23 milioni di persone in tutto il mondo hanno utilizzato come password la sequenza "123456".
Secondo un recente sondaggio condotto nel Regno Unito dalla società Uswitch, un utente su quattro scrive ancora la propria parola chiave su un foglio di carta. L'indagine evidenzia inoltre che il 30% delle persone utilizza il proprio anno di nascita e il 39% il nome di un animale domestico come parte della propria password.
Tutte informazioni che gli hacker usano in prima battuta per entrare nei profili personali degli utenti.
La scelta di password troppo semplici e l’utilizzo di credenziali identiche per l’accesso a molteplici account e piattaforme online sono abitudini dure a morire, e per questo gli esperti di cybersecurity di Sophos hanno voluto ribadire l’importanza di alcuni semplici accorgimenti proprio in occasione di questa ricorrenza, elencati di seguito e raccolti anche in un breve video.


1.       Non scegliere password prevedibili: è sconsigliato utilizzare il proprio nickname, data di nascita o il nome del proprio animale domestico. Inoltre stratagemmi come ad esempio sostituire la “a” con una semplice @ non sono garanzia di una password a prova di hacker.
2.       Preferire parole molte lunghe e complesse: utilizzare almeno 14 caratteri scegliendo lettere, numeri e caratteri speciali.
3.       Ad ogni account, la sua password: qualora il malintenzionato riesca ad ottenere la password, proverà ad utilizzarla per accedere ai diversi account della vittima. È quindi consigliabile optare per una password diversa per ogni account.
4.       Avvalersi di un password manager: possono generare automaticamente password strane e complesse, mescolando tutti i TiP! DI Ch*r@ctter!, e ricordarle in modo sicuro. Inoltre, i password manager non ricordano i siti web in base al loro aspetto ma al nome esatto del sito. Anche se i criminali possono facilmente copiare il sito web, il password manager non cadrà nel tranello.
5.       Qualora in dubbio, non inserire la password in siti o piattaforme che non siano completamente affidabili.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter