Fujitsu Primergy RX4770 M6, un server da record 

Il nuovo server Fujitsu Primergy conquista i record mondiali di prestazioni misurate da benchmark indipendenti.  Per affrontare la crescita dei cyberattacchi Fujitsu ha integrato all'interno del server la soluzione Intel Platform Firmware Resilience

Nuovi record mondiali a livello prestazionale per il server di nuova generazione Fujitsu Primergy RX4770 M6 – distribuito in Italia attraverso FINIX Technology Solutions.
La potenza di calcolo è stata infatti verificata sia all'interno di ambienti in-memory con il benchmark SAP BW edition for SAP HANA, sia nelle infrastrutture virtuali su vasta scala con il benchmark VMware VMmark.  
Nel SAP Standard Application Benchmark,
basato su un database SAP HANA e sull'elaborazione di 7,8 miliardi di record iniziali, il server Primergy RX4770 M6 ha raggiunto valori di vertice su tutti i parametri: caricamento dati più veloce, più alto numero di query orarie eseguite, runtime più veloce per le fasi di query complesse. Il risultato di questo benchmark convalida l'eccezionale efficienza del server in presenza di workload in-memory e di analytics a utilizzo intensivo di dati. 
fujitsuprimerg2
Il server quad-socket ha segnato il nuovo record mondiale anche nei punteggi del benchmark dedicato alla virtualizzazione VMware VMark in tutti i risultati relativi a un server a quattro socket matched-pair. Il modello Primergy RX4770 M6 ha totalizzato i migliori risultati VMmark 3.x tra tutti i server a quattro socket matched-pair alla data del 22 ottobre 2020. In combinazione con il raddoppio della connettività Intel Ultra Path Interconnect (UPI), ciò rende il server Primergy RX4770 M6 la base ideale per ambienti di virtualizzazione su vasta scala nei quali prestazioni, affidabilità ed efficienza sono essenziali.  

Server ad alte prestazioni, totalmente sicuro
Fujitsu Primergy RX4770 M6 è un server quad-socket 3U che sfrutta le capacità di accelerazione AI dei nuovi processori Intel Xeon Scalable di terza generazione e della tecnologia di memoria persistente Intel Optane. Completamente riprogettato, il server si caratterizza per prestazioni eccezionali e semplicità di amministrazione con un form factor conveniente dal punto di vista economico che permette alle aziende di velocizzare anche le applicazioni maggiormente esigenti, ricavare il massimo valore dai propri dati e accelerare la trasformazione del business.  Per affrontare la crescita dei cyberattacchi, aumentati nel corso della pandemia di COVID-19, Fujitsu ha integrato all'interno del server la soluzione Intel Platform Firmware Resilience (PFR) che aiuta a proteggere il firmware della piattaforma, a rilevarne eventuali modifiche e a ripristinare il sistema alla sua ultima configurazione corretta conosciuta nel caso venisse rilevato del malware, facedo sì che il server stesso diventi parte di una solida difesa aziendale.   
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche