Context, forte aumento delle vendite di notebook per l'education

Nel secondo trimestre dell'anno, l'aumento delle vendite di notebook destinati all'istruzione è stato inferiore rispetto ai trimestri precedenti in Europa occidentale. Nonostante ciò, il volume venduto ai canali commerciali è cresciuto ancora del +53% e quello a rivenditori e retailer del +20%

Nel secondo trimestre del 2021 le vendite in volume di notebook per il settore education proposte attraverso i maggiori distributori dell'Europa occidentale sono aumentate del +38% su base annua nin quanto la domanda da parte di istituzioni e famiglie è rimasta elevata.
A sostenerlo è la sociatà di analisi di mercato Context, dalla voce dell'analista senior Marie-Christine Pygott: "L'aumento delle vendite di notebook destinati all'istruzione è stato inferiore rispetto ai trimestri precedenti, durante i quali sono stati completati una serie di importanti accordi istituzionali", ha affermato. "Nonostante la crescita più lenta, il volume venduto ai canali commerciali è cresciuto ancora del +53% e quello a rivenditori ed etailer consumer del +20%".contextpceducation

Crescita del volume di vendita dei notebook per l'education nel 2 trimestre 2021

Il Regno Unito, il mercato più grande per le vendite dei distributori di notebook per l'education, ha registrato un lieve aumento (+3% su base annua) del numero di unità vendute durante nel trimestre analizzato, dopo la crescita a tre cifre nei trimestri precedenti, quando i distributori fornivano dispositivi per soddisfare la richiesta di dispositivi per l'istruzione pubblica.
Sebbene ci siano stati piccoli cali in Italia e Francia nel secondo trimestre di quest'anno, questi paesi hanno avuto in precedenza forti incrmenti di vendita di laptop destinati all'education.
Spagna e Germania, il secondo e il terzo mercato più grandi, hanno invece registrato una crescita a tre cifre. Il mercato dei dispositivi mobili per l'istruzione era già in crescita nel 2019-20, ma la domanda delle istituzioni è aumentata in risposta alla pandemia, così come quella dei singoli consumatori.
"P
er il resto dell'anno il settore continuerà a offrire significative opportunità di vendita per gli OEM e il canale, anche se è probabile che la crescita rallenti rispetto ai momenti di picco della pandemia", ha aggiunto Pygott.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche