Surface Hub 2S: il lavoro ibrido fa un salto di qualità

Il lavoro ibrido può diventare inclusivo e produttivo con il device per riunioni Microsoft Surface Hub 2S nelle versioni da 50 e da 85 pollici.

Prodotti
Il lavoro ibrido si è affermato come la formula più diffusa per lo svolgimento delle attività professionali dopo la crisi sanitaria e i lockdown, che hanno imposto una revisione sostanziale del modello di collaborazione. La maggior parte delle aziende ha fatto tesoro degli investimenti e del know-how appresi nella fase pandemica, e oggi in quasi tutti gli uffici la presenza fisica è richiesta per pochi giorni alla settimana, in alternanza a un numero consistente di ore in cui i dipendenti si connettono da remoto. Anche in ambito education sono emersi i vantaggi delle lezioni da remoto, che ormai consentono di far partecipare alle lezioni anche coloro che sono impossibilitati a presenziare fisicamente per vari motivi. Non si parla solo delle istituzioni scolastiche tradizionali, ma anche dei corsi di formazione, di quelli per le certificazioni e di tutto l’ambito della formazione in generale, che è passato dalle lezioni in presenza ristrette a poche decine di persone, a quelle per centinaia di allievi connessi da ogni parte del Paese. Denominatore comune di queste due realtà distanti è la necessità di soluzioni tecnologiche che supportino e valorizzino la collaborazione ibrida. Infatti, affinché questo nuovo modo di lavorare e apprendere funzioni e dia risultati apprezzabili, è necessario rimodulare le soluzioni d’emergenza adottate durante i lockdown e affiancarle con strumenti che rendano gli incontri davvero inclusivi e che favoriscano una collaborazione di alta qualità.

Surface Hub 2S

La soluzione proposta da Microsoft e distribuita da Maverick AV Solutions, divisione di Tech Data specializzata in soluzioni audiovideo, è Surface Hub 2S, un device per riunioni di ultima generazione, certificata per Microsoft Teams, e adatta a tutti i gruppi di lavoro indipendentemente dal luogo di incontro dei partecipanti. Le versioni disponibili sono due: Surface Hub 2S da 85 pollici - la soluzione per le sale riunioni di grandi dimensioni – e Surface Hub 2S da 50 pollici, per gli ambienti più piccoli. I grandi schermi hanno la funzione di consentire una fruizione chiara e ben visibile dei contenuti condivisi sia dalle persone in presenza che da quelle da remoto. Le prime possono usare anche input a penna direttamente sullo schermo, entrambe possono condividere lo schermo del proprio PC. In tutti e due i casi la dotazione prevede una webcam per Surface Hub 2S che fa uso dell’Intelligenza Artificiale per inquadrare automaticamente i partecipanti che prendono la parola, offrendo una vista dinamica che valorizza parimenti chi è connesso da remoto e chi partecipa in presenza. Sugli schermi di grande dimensione e con risoluzione di 4K è garantita la messa a fuoco nitida sia per i primi piani che per lo sfondo, dando modo di cogliere le espressioni del volto e il linguaggio del corpo.
Lo stesso vale per la voce: la conversazione fluida, naturale e perfettamente comprensibile sia a chi partecipa da remoto che dall’ufficio è favorita dai microfoni a largo campo integrati e dagli altoparlanti con audio di alta qualità. La presenza di un sistema Windows 10 Team Edition integrato nei prodotti Surface Hub 2S permette inoltre di accedere a file e app fra cui la suite di produttività Microsoft 365, il browser Microsoft Edge e le app aziendali – comprese quelle di terze parti – eliminando la necessità di un proiettore o di un dispositivo dedicato. Nel caso delle applicazioni di Office, è supportata l’autenticazione biometrica mediante Microsoft Authenticator, attivato dallo smartphone. La condivisione dei contenuti a schermo può avvenire anche tramite wireless Miracast. Gli amministratori IT possono beneficiare della gestione centralizzata di tutti i Surface Hub 2S presenti in azienda, anche da remoto, sia per monitorare lo stato dei dispositivi sia per definire o modificare impostazioni e policy. Il sistema operativo integrato, inoltre, è dotato degli strumenti per proteggere l'intero sistema e allinearsi con i sistemi di difesa moderni in uso all’interno dell’azienda: un aspetto importante, considerato che nel corso delle riunioni si potrebbero condividere dati sensibili di grande importanza per i cyber criminali.

Specifiche tecniche

Entrambi i Surface Hub 2S affidano la visualizzazione delle immagini alla grafica Intel UHD 620, supportano l’input con la penna e dispongono del sensore di movimento che consente di individuare chi sta parlando e di inquadrarlo in primo piano. In entrambi i casi, inoltre, sono disponibili la connettività Wi-Fi 5, la tecnologia Bluetooth Wireless 4.1 e sopraccitato Miracast. La connettività cablata comprende USB-A, l’scita video Mini DisplayPort, la connessione Gigabit Ethernet RJ-45, l’ingresso video HDMI la porta USB-C con supporto DisplayPort. Quanto alle differenze fra le due versioni, quella da 85 pollici offre altoparlanti stereo a 3 vie con gamma di frequenza 100 Hz - 12 KHz, mid-range anteriori, tweeter anteriori e un woofer posteriore. Il modello da 50 pollici offre invece altoparlanti full-range stereo a tre vie anteriori.
Per sfruttare al meglio la maggiore maneggevolezza del modello da 50 pollici, la sua dotazione include anche accelerometro e giroscopio – che sono invece assenti nella versione da 85 pollici.

Microsoft Teams Rooms e accessori

I nuovi Surface Hub 2S sono certificati per Microsoft Teams Rooms, la soluzione Microsoft per l’allestimento di sale conferenze di tutte le dimensioni. Ai fini dell’allestimento di tali sale, oltre ai Surface Hub 2S, si possono prendere in considerazione una serie di accessori. Uno è la nuova Webcam Smart per Surface Hub 2S, che sarà disponibile presso TD Maverick a partire da giugno, e che è compatibile con entrambi i Surface Hub 2S (50” e 85”). È offerta in dotazione insieme al modello da 85 pollici, mentre può essere acquistata separatamente per quello da 50 pollici. Questo accessorio consente le riprese e la visualizzazione a tutti i partecipanti di tutte le interazioni che avvengono all'interno della sala riunioni, in maniera da garantire a chi è connesso da remoto un'esperienza più inclusiva.
Qualora non fosse possibile appendere a muro il Surface Hub 2S, o per chi desidera poterlo spostare agevolmente, sono disponibili il supporto mobile con rotelle Roaming Steelcase Mobile Stand, corredato eventualmente anche dalla batteria APC Charge Mobile Battery che non vincola l’uso del dispositivo alla vicinanza di una presa di corrente, e il carrello VFM-F10 Vision – un supporto da pavimento che concilia stabilità e comodità d’suo. Per agevolare l’interattività e la condivisione di idee, ricordiamo che la dotazione di entrambi i Surface Hub 2S include la penna, importante per esempio nei corsi di formazione.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter